Menu
A+ A A-

avvertenze covidIn seguito alle ultime disposizioni decise dal Consiglio di Stato le proiezioni sono sospese fino al 30 novembre 

 

mercoledì, 21 ottobre 2020

MOKA NOIR - A OMEGNA NON SI BEVE PIÙ CAFFÈ

CH 2019

regia: Erik Bernasconi;
sceneggiatura: Erik Bernasconi, Matteo Severgnini;
fotografia: Ariel Salati;
montaggio: Samir Samperisi;
suono: Edgar Iacolenna;
musica: Zeno Gabaglio;
produzione: Elda Guidinetti, Andres Pfäffli, Silvana Bezzola Rigolini per Venturafilm, Meride/ RSI, Lugano/SSR, Bern.
v.o. italiano, bianco e nero, 93’

Alla presenza del regista e di altri membri dell’équipe.


Omegna, Piemonte, è stato nel XX secolo un centro industriale molto particolare, specializzato nella fabbricazione di articoli casalinghi. Le grandi imprese famigliari come Bialetti, Alessi, Lagostina, Girmi, Piazza, Calderoni hanno approfittato del grande sviluppo economico del dopoguerra e grazie alle loro innovazioni e ai nuovi canali pubblicitari hanno raggiunto una reputazione mondiale.

La crisi del 1979, il cambio generazionale, le delocalizzazioni e i conflitti sociali hanno però messo fine brutalmente a questi anni d’oro.

Erik Bernasconi, nato nel 1973 a Locarno, ha studiato dapprima letteratura italiana a Friburgo e a Bologna, poi cinema al Conservatoire Libre du Cinéma Français a Parigi. Membro fondatore del collettivo di cineasti indipendenti Tikinò, lavora come sceneggiatore e regista.

Ha realizzato, oltre ad alcuni cortometraggi e al documentario televisivo Atgabbes: 40 anni di integrazione (2007), i lungometraggi di finzione Sinestesia (2009) e Fuori mira (2014).

 

Multisala Teatro Mignon e Ciak Mendrisio
ore 20.45
Entrata CHF 12.-/10.-/8.-/6.-
studenti gratuito