Menu
A+ A A-

mercoledì, 11 aprile 2018

BLUE MY MIND

Svizzera 2017

regia e sceneggiatura: Lisa Brühlmann;
fotografia: Gabriel Lobos;
montaggio: Noemi Preiswerk;
suono: Patrick Storck;
musica: Thomas Kuratli;
interpreti: Luna Wedler, Zoë Pastelle Holthuizen, Georg Scharegg, Regula Grauwiller;
produzione: tellfi lm GmbH, Zürich/ZHdK Zürcher Hochschule der Künste, Zürich/ SRF, Zürich/SRG SSR, Bern.
v.o. svizzerotedesco, st. francese, 97’

7 nomination per il Premio del cinema svizzero 2018: miglior film, miglior sceneggiatura, miglior interpretazione femminile, miglior interprete non protagonista, miglior musica, miglior fotografia, miglior montaggio

Prima visione ticinese


Mia stenta a crederci, ma sembra proprio che le sue dita dei piedi si stiano lentamente ma inesorabilmente attaccando insieme. Da poco si è trasferita con i genitori a Zurigo, in un quartiere cementificato. A dire il vero, si sente lontana anni-luce dai suoi genitori e cerca subito di farsi amica delle sue nuove compagne di scuola, che le promettono il massimo delle avventure e delle evasioni. Mia non indietreggia di fronte a niente pur di esprimere il suo profondo bisogno di appartenere a un gruppo: giochi di strangolamento, sesso, droghe... Come in balía delle impressionanti onde dell’oceano, si ritrova nel bel mezzo di uno sconvolgimento che mette in discussione tutta la sua esistenza.

Lisa Brühlmann, nata nel 1981 a Zurigo, ha studiato dapprima a Berlino e poi alla ZHdK (Zürcher Hochschule der Künste), dove ha ottenuto nel 2016 il Master of Arts in Film Directing. Ha realizzato diversi cortometraggi e music clips ed è stata co-regista nel 2016 del lungometraggio di finzione Peripherie, presentato l’anno scorso nell’ambito di "Un po’ di cinema svizzero".

 

Multisala Teatro Mignon e Ciak Mendrisio
ore 20.45
Entrata CHF 10.-/8.-/6.-

 

Questo sito utilizza i cookies al fine di una migliore fruibilità ed un servizio reattivo e personalizzato.
Continuando la navigazione, l'utente acconsente ed accetta l'utilizzo dei cookie.