Menu
A+ A A-

mercoledì, 20 febbraio 2019

BEFORE MIDNIGHT

Usa/Grecia 2013

Sceneggiatura: Richard Linklater, Julie Delpy, Hethan Hawke; fotografia: Christos Voudouris; montaggio: Sandra Adair.
Interpreti: Ethan Hawke, Julie Delpy, Ariane Labed, Yiannis Papadopoulos, Athina Rachel Tsangari, Xenia Kalogeropoulou, Walter Lassally, Seamus Davey-Fitzpatrick, Panos Koronis, Charlotte Prior, Jennifer Prior...
Produzione: Richard Linklater, Christos V. Konstantakopoulos, Sara Woodhatch per Faliro House/Venture Forth/Detour Filmproduction/Castle Rock Entertainment.
Colore, v.o. inglese, st. f, 109’


In seguito all’incontro a Parigi, Jesse e Céline hanno iniziato a convivere e dal loro amore sono nate due gemelle. Nel frattempo, Jesse è diventato uno scrittore di successo, raccontando nei suoi romanzi la storia con Céline. Dopo aver trascorso una vacanza insieme in Grecia, Jesse riaccompagna il figlio avuto dal matrimonio precedente in aeroporto, per fargli prendere il volo per Chicago.

Tornato in macchina da Céline e dalle altre figlie, l’uomo confessa il proprio senso di colpa verso il primogenito e il desiderio di trasferirsi negli Stati Uniti per vederlo più spesso. Céline non riesce a nascondere il proprio disappunto. Ospiti di un famoso scrittore greco, i due si trovano a stemperare le loro tensioni confrontandosi con gli amici presenti, che li invitano a trascorrere una notte da soli, senza le bambine, in un albergo del posto.

Giunti nella camera, i due stanno per fare l’amore, ma vengono interrotti da una telefonata del figlio di Jesse. Parlare della ex moglie li porta immediatamente alla lite e i due cominciano a rinfacciarsi ciò che non sopportano l’uno dell’altro. Al culmine della tensione, Céline lascia la stanza dicendo di non amare più Jesse. Quest’ultimo la raggiunge e le parla fingendosi un “viaggiatore del tempo”, venuto dal futuro per dirle che questa sarà una notte indimenticabile. Céline, tranquillizzata, torna a ridere con lui.

Nei film precedenti, Jesse e Céline parlavano del futuro, delle loro ambizioni, dei timori e delle speranze. In Before Midnight, i discorsi spaziano dagli errori del passato fino ai problemi del presente. Il futuro è evocato al massimo come fantasia sul reciproco funerale. In definitiva, appare immediatamente chiaro che Linklater, con Delpy e Hawke, abbia deciso di abbandonare l’idealizzazione dell’amore romantico presente nei precedenti capitoli, per abbracciare la dimensione più realistica di un amore consumato dal tempo.

Before Midnight abbandona anche, almeno in parte, la sfida del tempo reale perseguita da Before Sunset. Il film è infatti costruito attorno a cinque unità sceniche fondamentali, tra loro distinte da evidenti ellissi. Più che il tempo reale, a Linklater interessa qui lavorare sul piano sequenza, grazie anche all’abilità del direttore della fotografia Christos Voudouris, collaboratore abituale di Yorgos Lanthimos.

 

Multisala Teatro Mignon e Ciak Mendrisio
ore 20.45
Entrata CHF 10.-/8.-/6.-