Menu
A+ A A-

mercoledì, 29 gennaio 2020

MAGNIFICENT OBSESSION - MAGNIFICA OSSESSIONE

Usa 1954

Sceneggiatura: Robert Blees, dal romanzo omonimo di Lloyd C. Douglas;
fotografia: Russell Metty;
montaggio: Milton Carruth;
musica: Frank Skinner, Joseph Gershenson.
Interpreti: Jane Wyman, Rock Hudson, Barbara Rush, Otto Kruger, Agnes Moorehead, Gregg Palmer...
Produzione: Ross Hunter per Universal-International.
Colore, v.o. inglese, st. it, 108’


Dopo essere stato indiretto responsabile della morte del medico filantropo Phillips, il milionario Bob Merrick (Hudson) cerca di aiutarne la vedova Helen (Wyman), ma causa solo altri guai. Innamoratosene senza speranza, e diventato a sua volta un brillante chirurgo, le salverà la vita con un’operazione e le ridarà la vista.

“Il consacrare la propria vita agli altri, il dedicare le proprie forze a un sublime ideale le costerà molti sacrifici. Una volta presa questa strada è impegnato. Non potrà più tirarsi indietro, scoprirà la fonte della sua forza motrice e finirà con l’esserne ossessionato. Ma, mi creda, sarà una magnifica ossessione”: dal romanzo del pastore luterano Lloyd C. Douglas (già ispiratore di Al di là delle tenebre di John M. Stahl), uno dei più celebri melodrammi di Sirk, sicuramente il più delirante e il più amato dagli esteti come Fassbinder.

L’uso dei colori freddi, dell’illuminazione laterale e delle architetture spoglie e razionaliste è in felice contrasto con la materia ribollente, dove sottintesi edipici (Helen sembra assai più anziana di Bob) si intrecciano con simbologie religiose. Un “misto di kitsch, follia e letteratura di terz’ordine”, secondo lo stesso Sirk, salvato dalla follia: “tra l’arte e la spazzatura c’è pochissima distanza, e la spazzatura che contiene un grano di follia è per questo più vicina all’arte”.

 

Multisala Teatro Mignon e Ciak Mendrisio
ore 20.45
Entrata CHF 12.-/10.-/8.-/6.-