Menu
A+ A A-

mercoledì, 8 gennaio 2020

MABOROSI - MABOROSHI NO HIKARI

Giappone 1995

Con Esumi Makiko, Naito Takashi, Asano Tadanobu, Kashiyama Gohkiu, Osugi Ren...
v.o. giapponese; st. francese/tedesco; colore; 110’


Dopo l’inspiegabile suicidio del marito, Yumiko, lasciata sola col figlio appena nato, cerca di rifarsi una vita, sposando un altro uomo che abita in un paese di provincia. Ma l’angoscia non le dà tregua, e il suocero pescatore le racconta la storia di una luce seducente (“maborosi”) che ha visto una volta in mare.

L’esordiente Kore-eda (su sceneggiatura di Ogita Yoshihisa) racconta il lutto, il dolore, l’esistenza che ricomincia, senza arrivare a un punto fermo ma forte di uno stile di classica semplicità: piani sequenza, campi lunghi, silenzi (riempiti a tratti dalle musiche di Ming-chang Chen).

Con un controllo e un nitore formale che a volte rischia la calligrafia (la fotografia di Nakabori Masao vinse la coppa Volpi a Venezia), anche se mai a scapito dell’impatto emotivo e del calore umano, più alti che nella media dei film da festival.

 

Multisala Teatro Mignon e Ciak Mendrisio
ore 20.45
Entrata CHF 10.-/8.-/6.-
studenti gratuito